Skip to main content

Paulina Andrea Pozo Morales

Il percorso fitomedico come via sacra di sviluppo transpersonale: Potenzialità, ombre e linee guida per una relazione trasformazionale e …

Il nostro rapporto interspecie con la fitoterapia è chiamato a diventare un’alleanza per la nostra evoluzione più profonda. Possiamo trovarvi un portale di vera saggezza, non solo una meravigliosa via di guarigione, ma anche un legittimo percorso di spiritualità trasformativa e incarnata. Questo discorso è un invito e una mappa per evitare di rapire questo potenziale e ridurlo all’uso di una sostanza, o alla figura di una fata madrina psichedelica, che esaudisce i desideri delle nostre nevrosi. La medicina vegetale fondata è possibile e necessaria, forse oggi più che mai. Sull’onda dell’entusiasmo per il rinascimento psichedelico, la voce umile e potente della terra ci sussurra attraverso le piante e i funghi: “ogni guarigione diventa servizio”. Vediamo insieme alcune sfide e linee guida in questa direzione, da una prospettiva transpersonale e transculturale.

Bio

Psicologa clinica (Universidad de Chile) e psicoterapeuta transpersonale (EUROTAS), specializzata in Psicoterapia Assistita con Tecniche Psicoattivanti (IPTB). Dal 2010, il suo campo di lavoro e di studio è l’interfaccia tra le medicine ancestrali indoamericane, la salute mentale e lo sviluppo psicospirituale, nonché l’integrazione delle esperienze negli Stati Espansi di Coscienza nella psicoterapia. Paulina è l’ex coordinatrice clinica del Centro Takiwasi (Tarapoto, Perù). È stata insegnante presso università e istituti in Cile e Perù. Co-dirige ritiri in Amazzonia e conduce una pratica psicoterapeutica privata. Co-fondatrice della Scuola di Psicoterapia e Vegetalismo e ideatrice del corso di formazione “Psicoterapia, Medicina Vegetale e Integrazione”.