Skip to main content

Mathilde Everaere

Aprirci a prospettive micro e macro più ampie attraverso la mentalità indigena

Da quando ha rotto i suoi vecchi schemi, la sua carriera e le sue apparenti sicurezze per vivere la vita e i progetti in cui crede, Mathilde è spesso chiamata a condividere le sue esperienze transpersonali e di vita come donna europea che oggi lavora con le comunità indigene dei 5 continenti che connette alle tecnologie, agli eventi globali e ai project maker, aprendo così prospettive dal micro al macro mondo verso soluzioni collettive e sistemiche, attraverso un approccio decolonizzato, decentralizzato e unificato. Grazie alla sua profonda e aperta immersione nella spiritualità e nella mentalità indigena, Mathilde si apre anche alle attività collettive che conduce attraverso le sue canzoni, la danza e la libera espressione di sé. Come organizzatrice di missioni e conferenze sul campo, Mathilde è abituata a connettere persone, eventi e comunità attraverso una prospettiva interculturale che invita tutti a trovare il proprio posto nell’attuale meta-crisi umana e ad aprirsi ad altri modi di considerare la realtà, come fa la mentalità indigena.

Bio

Dopo aver vissuto in profonda connessione con le popolazioni indigene del Brasile per più di 7 anni, Mathilde, francese, dedica ora il suo tempo e le sue conoscenze alla diffusione della cultura, della mentalità e dello stile di vita dei popoli indigeni come coordinatrice interculturale, mediatrice, artista, oratrice e traduttrice. Mathilde è cofondatrice di FlorestaTV, che diffonde la cultura indigena promuovendo e incoraggiando l’autonomia digitale delle voci e dei popoli indigeni. È anche presidente della ONG “O Organismo”, il cui obiettivo è collegare la saggezza delle tradizioni indigene, nonché la loro mentalità più ampia, con il know-how tecnologico occidentale, contribuendo così a trasformare il nostro sistema educativo, culturale ed economico globale. In quest’ottica, ha recentemente cofinanziato MYCELIA, un PoC in corso che esplora la possibilità di Web3 Indigenous Institutions per affrontare la metacrisi attraverso un ritorno a una mentalità organica, decentralizzata e significativa.